L’Oratorio

 

 

L’oratorio, che abbiamo oggi in parrocchia, nacque a suo tempo come un semplice post-comunione, per garantire una continuità formativa ai bambini, che avevano già ricevuto la prima Comunione. Nonostante non ci fosse stata una grandissima risposta, non ci siamo mai arresi e abbiamo perseverato, cercando di fare sempre il nostro meglio. Una delle difficoltà incontrate è stata quella di trovare un giorno che andasse bene alla maggioranza dei bambini, i quali davano priorità ad altre attività.

L’anno scorso, dopo aver valutato bene le esigenze dei bambini, per ovviare a questo problema, abbiamo pensato di proporre come giorno il sabato mattina e questa nuova proposta ha trovato un largo consenso. Siamo così partiti, grazie al supporto di un gruppo di giovani della parrocchia, con il progetto oratorio, aperto anche ai bambini che non avevano ancora ricevuto la prima Comunione. La parrocchia deve essere sentita da tutti, piccoli e grandi, come una seconda casa. Noi operatori dell’oratorio facciamo degli incontri periodici per programmare le attività.

Ai bambini, oltre ai giochi di squadra, vengono proposte attività manuali, quasi tutte realizzate con materiali di riciclo, che riescono a catturarli, spronando la loro intelligenza e la loro attenzione .Quest’ultimi, presi dall’era tecnologica, restano sbalorditi dallo scoprire che con semplici materiali si possono realizzare oggetti particolari. La loro gioia è stata, nel corso degli anni, la nostra forza, perché vedere un bambino felice non ha prezzo. Anche grazie allo straordinario supporto di Suor Anna, l’oratorio invernale ha visto nel periodo estivo il suo continuo con il Grest, ossia un periodo estivo della durata di due settimane.

Il primo Grest risale al 2014 e pian piano le adesioni sono aumentate sempre di più, regalandoci emozioni indescrivibili. Quest’anno nel giardino della parrocchia, grazie alla disponibilità del parroco, che accoglie ogni nostra proposta, abbiamo messo tre piscine, due delle quali ci sono state donate e una l’abbiamo acquistata. Alla chiusura di quest’ultimo Grest si contavano 150 iscritti. Per molti bambini il Grest è stata l’occasione per poter “uscire”, vivere e trascorrere un breve periodo della loro estate diversamente, a contatto con i loro coetanei e facendo esperienze diverse. Speriamo di poter fare sempre meglio in futuro e offrire ai nostri bambini, con l’aiuto delle sorelle Eleonora e Ida, progetti innovativi e sorprendenti.